banner-malvertin_anim

Rispetto alla scorsa settimana ci sarebbe poco da dire sulla borsa italiana. Nuovamente siamo rimasti fermi al palo, sotto la resistenza dei 17000 punti, mentre le altre borse le resistenze le hanno superate e continuano a salire. A frenarci sono sempre i bancari perché ci sono titoli che salgono con grinta, cito i primi tre che abbiamo in portafoglio con performance a due cifre: Yoox, Buzzi ed Exor). All’orizzonte in autunno ci sono appuntamenti in agenda non di poco conto: 1) referendum costituzionale; 2) ancora più importante: la revisione del rating sull’Italia (qui il calendario). Per ora l’outlook è stabile ma fino a quando? Il PIL non cresce, il debito continua a salire, cosa accadrebbe se l’Italia venisse declassata e la BCE, col regolamento attuale non potesse continuare a comprare Titoli di Stato? Occhi e orecchie bene aperti…

Ftsemib

Ftsemib

FTSEMIB: Ripetiamo il commento della scorsa settimana. “Su una chiusura superiore a 17000 ci porteremo a NEUTRAL con obiettivo 18400. Non è ancora arrivato il momento, ma la settimana di Ferragosto mentre tutti sono al mare porta spesso sorprese (positive o negative che siano)”. Non ci siamo quasi mossi di una virgola… Wait and see…

Dax

Dax

DAX30: La scorsa settimana abbiamo rivisto il giudizio da NEUTRAL a BULLISH. Il mercato tedesco ha continuato a salire rafforzando il segnale. Solo un ritorno sotto a 10250 metterebbe a rischio l’uptrend. Obiettivo 11000 oramai a vista.

Mini S&P

Mini S&P

S&P500: Ripetiamo il commento della scorsa settimana; “Trend sempre BULLISH,  io credo che la vera discesa che potrebbe rappresentare l’inizio di un downtrend si farà attendere nel post elezioni. Per ora sono solo supposizioni, segnali di vendita non ce ne sono”.

IBEX: L’Ibex da segnali di forza superando la trendline ribassista ma per un giudizio bullish occorre attendere il superamento di 9150. Troppo presto per ora..

BTP e BUND: Il Bund si è un po’ fermato ma cosa si può pretendere di più? Il prezzo come termometro continua a dire BULLISH.

CRUDE OIL: Il recupero verso i 43 dollari auspicato si è visto ma in chiusura settimanale i prezzi sono stati respinti dalla resistenza. Siamo NEUTRAL.

EURO DOLLARO: Dall’8 agosto: L’euro non riesce a sfondare al ribasso 1,1036 in chiusura e quindi per l’ennesima volta dobbiamo ripeterci. Rimaniamo NEUTRAL”.

GOLD: L’oro consolida sopra 1300 ma temo rimarremo di nuovo fermi su questi prezzi per un po’. Giudizio BULLISH invariato.

 

Grafici: Visualtrader, Marketwatch Fida

DISCLAIMER: Le informazioni fornite e le opinioni contenute nel presente documento, sono supportate da un software su parametri statistici oggettivi e da strumenti di analisi tecnica noti, tuttavia nessuna dichiarazione o garanzia, espressa o implicita, è fornita dall’Autore relativamente alla completezza e accuratezza delle stesse. Lo scopo del presente documento è esclusivamente informativo. In particolare, nulla del presente documento deve essere inteso come una raccomandazione o un suggerimento, implicito o esplicito, rispetto a strategie d’investimento o a strumenti finanziari.

E’ uscito “I Segreti dei trading system” (con 20 formule Metatrader, Multicharts e Visual Trader). 

copertina libro