marketwatchE’ difficile riuscire ad aggiungere qualcosa di nuovo rispetto all’azzeccato commento delle ultime due settimane. I mercati azionari sono rimasti praticamente invariati, come vedete anche dalla tabella a fianco. I supporti spingono e tengono a galla un mercato asfittico nel quale attendersi un tracollo alla rottura dei supporti è lecito, ma vista la tanta liquidità che c’è in giro, con rendimenti obbligazionari pari o sotto lo zero e preziosi in laterale, non è detto che sia scontata al 100%.

Ftsemib

Ftsemib

FTSEMIB: Dalla scorsa settimana: Il Ftsemib si è arrestato tre settimane fa sotto al massimo di marzo e sta disegnando un triangolo che bene esprime la lateralità e compressione di volatilità di breve che precede il prossimo movimento direzionale ed esplosivo. Romperà sopra o sotto? Io mi aspetto più un movimento ribassista ma è il caso di dire che aspettiamo e “al segnale scatenate l’inferno”. Per il momento scenario tecnico NEUTRAL”. Niente di nuovo, la trendline a salire per ora regge.

Dax30

Dax30

DAX30A quello che si scriveva la scorsa settimana sulle candele inside narrow range ne è arrivata un’altra anche se il body della candela è maggiore del precedente. La trendline in blu è stata sbavata ma regge. “Si tratta però della calma prima della tempesta”. Non abbiate fretta di voler anticipare un segnale tecnico che ancora non c’è, meglio attendere seduti sulla riva del fiume. Cash is king. Giudizio NEUTRAL.

S&P500

S&P500

S&P500: L’S&P è sempre laterale ed è l’indice più difficile da commentare senza doversi ripetere scrivendo sempre le stesse cose. Il primo supporto chiave, che per ora regge è bene in evidenza. I tempi potrebbero non essere ancora maturi per una accelerazione della volatilità, che è compressa ma non troppo. Il giudizio è  NEUTRAL.

IBEX: L’Ibex non si discosta molto dall’impostazione tecnica del Ftsemib italiano. Nel breve ha un supportino che sta tenendo a galla le quotazioni. La contrazione di volatilità continua, Da Neutral ci gireremmo a bearish in caso di cedimento in chiusura settimanale di 8500.

BTP e BUND: Dal 16 maggio: “il giudizio è sempre NEUTRAL però dopo una fase di debolezza del BTP samo ora su supporti che sono molto significativi, potrebbero essere una soglia di ripartenza”. Per ora sì, un primo recupero c’è stato.

CRUDE OIL: Da due settimane scriviamo:la lateralità dovrebbe farla da padrona”. La resistenza a 50 dollari che ha respinto i prezzi è il primo grande ostacolo, il secondo è a 60 dollari, soglia difficilmente raggiungibile.

EURO DOLLARO: Sempre NEUTRAL.

GOLD: L’oro rimane sotto la resistenza a 1300 dollari. Confermiamo il giudizio BULLISH anche se siamo laterali di breve perché stimiamo di essere in accumulazione.

Grafici: Visualtrader, Marketwatch Fida

DISCLAIMER: Le informazioni fornite e le opinioni contenute nel presente documento, sono supportate da un software su parametri statistici oggettivi e da strumenti di analisi tecnica noti, tuttavia nessuna dichiarazione o garanzia, espressa o implicita, è fornita dall’Autore relativamente alla completezza e accuratezza delle stesse. Lo scopo del presente documento è esclusivamente informativo. In particolare, nulla del presente documento deve essere inteso come una raccomandazione o un suggerimento, implicito o esplicito, rispetto a strategie d’investimento o a strumenti finanziari.

E’ uscito “I Segreti dei trading system” (con 20 formule Metatrader, Multicharts e Visual Trader). 

copertina libro