marketwatchRiprendiamo anche questa volta da dove ci ravamo lasciati 7 giorni fa: “[… ] Prevalgono le vendite ed il pessimismo ma siamo sopra i supporti. Se succedesse che il mercato ha già scontato un moderato aumento dei tassi e ricominciasse a salire? Il 16 dicembre sapremo. Attenzione però ad aprire short multiday con leggerezza, nessun gestore vorrà rimangiarsi le performance annuali e l’immobilismo potrebbe essere la scelta preponderante”.

Ora possiamo dire che è andato tutto secondo le attese. Tutte le borse sono salite dopo l’annuncio della FED, poi giustamente c’è stata qualche presa di profitto, specie in Usa, ma oramai l’anno dovrebbe scivolare via senza grossi scossoni. Gli unici trend pronunciati (al ribasso) sono sulle commodities. Le decisioni nelle sale operative verranno prese dal 4 gennaio 2016 in avanti.

Prima della solita carrellata sulle principali borse non rimane che augurare a tutti i Lettori, numerosissimi, un felice Natale e buone feste. E’ stato un anno duro per molti risparmiatori, anche il 2016 porterà con se’ sorprese, alcune positive e molte altre negative, la ripresa è solo nelle parole del premier ed occorrerà fare molta attenzione alle proprie scelte finanziarie… Ma intanto pensiamo a riposare.

Non dimenticate la vigilia di guardare “Trading places“, senza questo film e senza panettone che Natale è?

ftsemib

FTSEMIB

FTSEMIB: Il 13 dicembre “[…] invitiamo a non farsi prendere dal panico. I due supporti chiave sono indicati sul grafico. Sul primo ci siamo ora, ma deve cedere in chiusura per scatenare vendite e far girare il giudizio da NEUTRAL a BEARISH”. I supporti hanno retto, siamo quindi ancora laterali, come da attese.

A questo punto i supporti dovrebbero reggere ancora, salvo sorprese. Ovvio che i portafogli e le scelte per il 2016 andranno prese a gennaio.

dax

DAX

DAX30: Il giudizio sul Dax rimane NEUTRAL. Il future ha trovato sulla sua strada il supporto a 10120 e da lì è ripartito verso l’alto ma sul settimanale siamo sempre compressi tra supporti e resistenze. Per assistere a qualcosa di nuovo dovremo aspettare l’anno nuovo.

sp

S&P500

S&P500: La FED ha sciolto gli ultimi dubbi e i mercati per ora sono scesi il giorno successivo all’annuncio sui tassi ma l’S&P ha trovato supporto a 1987 e un trend al ribasso potrebbe manifestarsi solo su un cedimento settimanale sotto a questo livello. Evitare acquisti sulla forza di breve, “Buy low, sell high“, tanto per citare Dan Aykroyd vale ancora.

Grafici: Visualtrader, Marketwatch Fida